Le Isole Tremiti in Puglia

Le Isole Tremiti per la loro bellezza vengono definite “LE PERLE DELL’ADRIATICO” e sono meta preferita di moltissimi turisti.
Le perle di questo magnifico arcipelago sono San Nicola, san Domino, Cretaccio, Caprara e Pianosa.

In epoca romana le isole erano conosciute con il nome DIOMEDEE, dal mitico eroe greco Diomede che secondo la leggenda, nel suo peregrinare nel mare Adriatico, si fermò nella Daunia dove fondò diversi centri, ma la sua vita ebbe fine nell’arcipelago dove fu anche sepolto.I suoi compagni furono trasformati da Venere in uccelli: le Diomedee appunto, sono uccelli dalla grande apertura alare, che ogni primavera lasciano l’Africa Orientale verso l’Adriatico per nidificare sulle pareti a strapiombo tipiche della costa di queste isole. Il loro canto che si sente in particolare nelle ore notturne, altro non è che il lamento dei compagni di Diomede che piangono la perdita del loro eroe. Il loro nome Tremiti, fu attribuito successivamente dai Romani volendole indicare come tre monti che spuntano dalle acque del mare all’orizzonte.

Vista aerea Isole tremtiAlcuni ritrovamenti sull’isola di San Domino testimoniano la presenza dell’uomo Neolitico ed altre testimonianze dell’età del Bronzo sono state rinvenute sull’Isola di San Nicola. In quest’ultima sono presenti resti dell’età classico-ellenistica ed anche una domus romanae. All’inizio dell’anno mille i Monaci Cassinesi avevano fondato un centro religioso. Nel Medioevo notevole importanza acquistò l’Abbazzia fondata nel 1010 dai Benedettini Cassinesi sull’isola di San Nicola; La Chiesa di Santa Maria ed i resti della fortezza rappresentano uno dei gioielli architettonici più belli d’Italia.L’abbazia fu soppressa nel 1780 da Ferdinando II che vi sostituì una colonia penale. Il fascismo la utilizzò come luogo di confino per i dissidenti del regime.

Oggi l’isola è abitata da circa 300 residenti per tutto l’anno, mentre d’estate diventa un centro frequentatissimo. Dal 1989 è stata istituita la riserva naturale marina delle ISOLE TREMITI.

Delle Isole Tremiti solo due sono abitate, l’Isola di San Domino e l’Isola di San Nicola, e sulla prima si concentrano la maggior parte delle strutture di accoglienza turistica, i residence, i villaggi turistici, gli hotel e le pensioni.
L’isola è decisamente amata anche dai velisti e dai navigatori, che vi approdano durante tutta la stagione estiva, sebbene le isole non siano provviste di una vera e propria struttura portuale ma semplicemente di alcune banchine cui attraccare.

Alle Isole Tremiti non ci sono spiagge, se non in un paio di località: Cala delle Arene sull’isola di San Domino caratterizzata da una lingua di sabbia con accanto una suggestiva grotta dallo stesso nome lunga circa 10 metri, e Cala Pietra di Fucile, così chiamata per la singolare conformazione dei ciottoli che la compongono, tondi a tal punto che un tempo venivano usati proprio come proiettili per i cannoni.
Il fatto che non ci siano spiagge però non è certo scoraggiante, almeno per chi ama il mare, perchè le decine di calette che si possono raggiungere lungo il litorale, Cala dello Spido, Cala Matano, Cala degli Inglesi, Cala Tonda per ricordare solo quelle più conosciute, difficilmente faranno rimpiangere la spiaggia.

panorama-zona-archeologica-tremiti

Un mare limpido così lo si può ammirare solo raramente, e lo si può verificare già dalla cima delle scogliere, prima di scendere nelle insenature a filo dell’acqua. E’ infatti possibile scorgere il fondo del mare già dall’alto, e per parecchi metri sott’acqua.
Ciò significa inoltre che le Isole Tremiti sono un vero e proprio paradiso per gli amanti delle immersioni ed anche nella pesca subacquea là dove è consentito dalle leggi che proteggono la riserva naturale.

3 pensieri su “Le Isole Tremiti in Puglia

  1. Stefano

    queste isole sono veramente un paradiso….. ci sono stato con la famiglia, indimenticabili

  2. martina

    ciaooooo, bellissimo sito e per lo più bellissime le isole …. complimenti alla nostra ITALIA:):):):):)

  3. caterina

    ci sono stata un giorno ma e’ stato troppo poco ci vogliono almeno 2o 3giorni.
    MERAVIGLIOSA E CI RITORNERO’ PRESTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *