Cucina delle Tremiti

Lo splendido arcipelago delle Isole Tremiti da sempre è stato un terreno difficile da coltivare, e, a parte qualche orto, le isole da sempre hanno avito bisogno di approvvigionarsi per ciò che concerneva il cibo, dalla terraferma.

Anche per l’acqua gli abitanti delle Tremiti si sono sempre dovuti ingegnare per trovare il modo di raccogliere e conservare il più a lungo possibile le acque piovane, unica risorsa idrica dell’isola. La cucina locale delle Tremiti è per larga parte simile a quella della costa italiana poco distante, il territorio del Gargano.

Grandi piatti di pesce, come nella tradizione delle cittadine lungo il litorale pugliese, magari alcune delle specialità che anche il altre zone della Puglia trionfano sulle tavole, come per esempio la zuppa di fagioli e cozze, così intensa e saporita, i peschi freschi del mare circostante grigliati, gli antipasti di melanzana, arrotolata con il tonno oppure scottata sul fuoco e condita, i pomodori secchi, i capperi tremitesi che sono famosi anche fuori dalle isole per la loro bontà.

Tra i primi piatti trionfa naturalmente la pasta fresca, impasto di semola rimacinata ed acqua, ed accompagnata di sughi a base di verdure stufate o di carni cotte a lungo nel pomodoro. Non mancano pregiati abbinamenti tra verdure locali e pesce fresco, conditi on olio extravergine d’oliva a rendere il tutto ancora più appetitoso. Tra le carni la capra e l’agnello, grigliati o stufati. Tra i dolci viene proposto un dolce locale al limoncello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *